Nelle donne dai 40 anni in giù, la presenza di un DCIS accanto ad un tumore invasivo è associata ad un incremento del rischio di recidiva ipsilaterale. Questo dato deriva dal monitoraggio di 20 anni di un gruppo di 5.569 pazienti con tumore mammario in stadio precoce trattate con resezione completa, condotto da Conny Vrieling della Clinique de Grangettes di Ginevra.

Il grado del tumore invasivo non sembrava essere un fattore significativo: i tumori di grado elevato hanno recidivato più spesso soltanto durante i primi 5 anni, mentre l’effetto relativo dell’età e della presenza di un DCIS risulta stabile nel tempo. Di conseguenza, le pazienti con tumori di grado elevato devono essere monitorate strettamente nei primi 5 anni, mentre quelle con DCIS necessitano di monitoraggio a lungo termine.

Le pazienti con tumori di grado elevato, quelle più giovani e quelle che non rispondono agli estrogeni traggono beneficio da una maggiore dose focalizzata di radioterapia. Ciò consente una maggiore personalizzazione del trattamento per le singole pazienti. Secondo alcuni esperti, comunque, la raccomandazione di monitorare strettamente le pazienti ad alto rischio difficilmente modificherà significativamente la pratica clinica, dato che il monitoraggio è già abbastanza stretto su tutte le pazienti.

Fonte: JAMA Oncol online 2016, pubblicato l’8/9

Privacy - Cookie Policy | Per contattarmi    Tel. 339 250 3251 *
* Si prega di telefonare per appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi