I dati di un ampio studio prospettico suggeriscono che l’ooforectomia bilaterale riduca il rischio di tumore mammario nelle donne in età premenopausale con mutazioni BRCA2, ma non in quelle con mutazioni BRCA1, per quanto si tratti di dati che necessitano di ulteriori indagini.

Lo studio è stato condotto su 3.700 donne da Steven Narod del Women’s College Research Institute and Hospital di Toronto, secondo cui quanto riscontrato ha importanti implicazioni cliniche. Le portatrici di mutazioni BRCA presentano un elevato rischio vitalizio di sviluppare tumori mammari, ovarici e mammari controlaterali e per quanto l’effetto dell’ooforectomia sui tumori mammari nel complesso non sia stato dimostrato, la salpingo-ooforectomia bilaterale andrebbe raccomandata all’età di 35 anni per le portatrici di mutazioni BRCA1 e di 40 anni in quelle di mutazioni BRCA2.

Ciò si basa sull’età alla quale il tasso annuale di tumori ovarici inizia ad aumentare: il ruolo protettivo dell’ooforectomia indicata prima dei 50 anni supporta ulteriormente le raccomandazioni per i 40 anni nelle portatrici di mutazioni BRCA2. Sono comunque necessari ulteriori studi con un monitoraggio più prolungato.

(fonte: J Natl Cancer Inst online 2016, pubblicato il 6/9)

Privacy - Cookie Policy | Per contattarmi    Tel. 339 250 3251 *
* Si prega di telefonare per appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi